Enrico Mattei e i suoi valori: un approccio interattivo


Le iniziative Istituzionali

 

A cura di Giovanni Cuomo

In ricordo di Enrico Mattei a 55 anni dalla sua morte.

 

A 55 anni dalla tragedia di Bascapè, l’Associazione Pionieri e Veterani Eni ricorda Mattei con degli eventi che vanno dalla commemorazione alla pratica dei suoi valori. Sono proprio i suoi ideali il punto di partenza di una iniziativa che sottolinea l’attualità e la visione di un uomo di inizio ‘900.

Partendo dalla fiducia che Mattei riponeva nei giovani e nel valore dell’istruzione (“quando trovo giovani, ricchi di talento, motivatissimi, disponibili fino alla dedizione, li assumo anche se non ho bisogno, perché quando ne hai bisogno non li trovi”) è stato naturale coinvolgere nel progetto gli istituti Superiori di San Donato Milanese oltre che il Comune, che, come scritto nell’ultimo periodico, ha deliberato che il 27 ottobre di ogni anno sarà ufficialmente e permanentemente “giornata dedicata a far rivivere il pensiero di Enrico Mattei attraverso l’approfondimento delle sue idee e dei suoi valori soprattutto a favore delle nuove generazioni”.

Enrico Mattei 2

Il 23 maggio scorso fu convocata una tavola rotonda a cui erano seduti il comune di San Donato Milanese (nella persona di Chiara Papetti, ex assessore alla cultura, Licia Tassinari, responsabile servizi sociali, istruzione, politiche giovanili, formazione e lavoro, Lucia Negretti, dirigente area sviluppo di comunità), Mirco Franceschi (preside dell’IIS Piero della Francesca), Concetta Pragliola (ex preside del LiceoPrimo Levi, incarico poi assunto da Giuseppe Bonelli), Sabrina Zinno (preside dell’ITIS Enrico Mattei), l’Apve (nelle persone di Giovanni Paccaloni, presidente Apve, Franco Francescato, promotore della giornata dedicata a Mattei, Giovanni Cuomo, giovane socio e ingegnere Eni): la riunione vide il lancio ufficiale dell’iniziativa intitolata “Enrico Mattei e i suoi valori: un approccio interattivo”.

La squadra che sosteneva il progetto era completata da Eni, ECU (Eni Corporate University – struttura Eni che contribuisce allo sviluppo delle competenze tecniche e manageriali e alla diffusione dei valori aziendali) e FEEM (Fondazione Eni Enrico Mattei – centro di ricerca internazionale):

Lucia Nardi (responsabile iniziative culturali) 

Corrado Spotti per Eni, Marco Coccagna (Amministratore Delegato di ECU), Laura Formenton, Roberto Salati, Monica Stracchi e Francesca Nunnari per ECU, Andrea Bellati per FEEM.

Il progetto, destinato ai ragazzi delle classi quarte, era incentrato sul seguente tema: “La volontà di compiere scelte audaci per costruire ilfuturo ha contraddistinto tutta la vita di Enrico Mattei: quali valori, secondo te, sono stati determinanti nell’affrontare i problemi in modo innovativo? Quali di questi valori senti tuoi e quali invece ti sembrano mancare nella società attuale?”.

Col contributo delle scuole fu deciso di ricordare Mattei attraverso la realizzazione di un cortometraggio. Questo elemento di innovazione fu accolto con favore da tutte le parti coinvolte e ha rappresentato una bella sfida sia per i ragazzi che per il team organizzatore.

Trecento ragazzi di 14 classi presero parte al progetto: ogni classe realizzò un video di circa 3 minuti riflettendo in esso la loro idea dei valori di Mattei. L’eterogeneità degli istituti coinvolti ha permesso la produzione di lavori molto diversi tra loro, ognuno originale a modo suo.

Il 18 settembre presso l’ITIS Mattei il progetto fu presentato ufficialmente a tutti i docenti referenti delle varie classi. In particolare Paccaloni parlò della nascita del progetto e delle relative linee di svolgimento, Coccagna declinò il concetto di alternanza scuola-lavoro, Nardi fece un intervento di taglio storico, Bellati illustrò gli strumenti consigliati per la realizzazione dei filmati (software di video editing) e le tecniche per la realizzazione di un cortometraggio.

Fondamentale per la buona riuscita dell’iniziativa è stata la formazione dei ragazzi curata direttamente da Eni, ECU, FEEM, APVE oltre che dai docenti. In particolare gli studenti hanno visto il documentario “Potere e Petrolio”, che li ha introdotti alla storia dell’Eni. Successivamente furono organizzati due momenti di approfondimento: nelle giornate del 25 e 26 settembre furono presentati contenuti storici, valoriali e tecnici a 80 ragazzi scelti come Il 18 settembre presso l’ITIS Mattei il progetto fu presentato ufficialmente a tutti i docenti referenti delle varie classi.

In particolare Paccaloni parlò della nascita del progetto e delle relative linee di svolgimento, Coccagna declinò il concetto di alternanza scuola-lavoro, Nardi fece un intervento di taglio storico, Bellati illustrò gli strumenti consigliati per la realizzazione dei filmati (software di video editing) e le tecniche per la realizzazione di un cortometraggio.

Fondamentale per la buona riuscita dell’iniziativa è stata la formazione dei ragazzi curata direttamente da Eni, ECU, FEEM, APVE oltre che dai docenti. In particolare gli studenti hanno visto il documentario “Potere e Petrolio”,che li ha introdotti alla storia dell’Eni. Successivamente furono organizzati due momenti di approfondimento: nelle giornate del 25 e 26 settembre furono presentati contenuti storici, valoriali e tecnici a 80 ragazzi scelti come studenti guida che si assunsero la responsabilità di trasferire quanto appreso ai loro coetanei (didattica peer-topeer), poi dal 27 al 29 settembre furono organizzati dei workshop destinati a tutti gli studenti sulle tecniche della comunicazione con video.

Grazie ad un bel lavoro di squadra e all’ottima coordinazione da parte dei loro docenti, i ragazzi hanno prodotto dei contenuti di notevole spessore, scegliendo come valori da rappresentare: tenacia, visione, fiducia nei giovani, leadership, passione, essere squadra.

Agendo da scintilla gli insegnanti hanno stimolato tutti i ragazzi affinché non si accontentassero di fare il compitino ma puntassero ad eccellere. Un ringraziamento particolare va ai docenti coordinatori del progetto per ciascuno dei tre istituti: Giulia Bernardini per il Piero della Francesca, Concetta Frazzetta per il Primo Levi e Mariella Cappella per il Mattei. La loro dedizione, proattività, ottimismo e fiducia nei propri ragazzi hanno consentito di concretizzare la visione avuta qualche mese prima.

Una giuria composta da Eni, ECU, FEEM ed APVE scelse tre video da premiare (uno per istituto) basandosi sui seguenti tre criteri: aderenza al valore scelto, tecnica realizzativa, creatività. La decisione non è stata facile e le classi vincitrici sono:

4 C LSSA - Valore scelto: tenacia. Motivazione: per aver realizzato un video in cui narrazione, contenuti e tecniche realizzative sono stati fusi con grande organicità e coerenza.

Mensione Speciale a: 4A LSSA - Valore scelto: tenacia e anche la  4B LSSA - Valore scelto: visione.

Enrico Mattei 1

Il giorno 30 ottobre è stata organizzata la cerimonia di premiazione presso la sala dell’Auditorium dell’Istituto Omnicomprensivo di San Donato Milanese alla presenza del comune con l’assessore alla cultura Cristina Amianti e all’istruzione Francesco De Simoni, dei dirigenti scolastici, di tutti i docenti coinvolti, di Eni, ECU, FEEM, APVE e soprattutto di tutti i ragazzi, i veri protagonisti dell’iniziativa.

Nell’occasione sono stati proiettati tutti i cortometraggi prodotti e sono state consegnate delle targhe celebrative alle tre classi vincitrici, oltre che delle pergamene ai tre docenti coordinatori dell’iniziativa in ciascun istituto.

I 75 ragazzi delle tre classi vincitrici potranno partecipare a Verona al JOB&ORIENTA 2017 (salone nazionale dell’orientamento, della scuola, della formazione e del lavoro) il prossimo 30 novembre grazie all’invito di Eni e al trasporto a cura di Apve.

Ulteriori ringraziamenti vanno a tutta la sezione Apve di San Donato Milanese e al suo presidente Lucio Deluchi, al Circolo Fotografico SDM, a tutta la giunta comunale di San Donato Milanese e al suo sindaco Andrea Checchi.

Enrico Mattei 3

 

 

 

 

 

Ultima modifica il 04-01-2021